Giorgio Santambrogio, Amministratore Delegato Vé.gé e Presidente Adm, lancia con un video e un tweet il portale “Osservatorio Freschissimi”.

Per il futuro per quanto riguarda come potrebbe essere fatto un punto vendita, preferite un punto vendita da 15mila mq con il layout a griglia e decine di metri lineari di referenze dell’home care, del personal care, del grocery, assortimento standard, code alle grigie casse, o preferite avere un 300, 400, 500 mq dove la “principessa” è il fresco, il prodotto freschissimo, è prodotto free from, è quel prodotto che una volta veniva chiamato “deperibile” ma oggi invece porta questo bellissimo nome: freschissimi?” parole di Santambrogio.

Protagonisti del portale: l’ortofrutta, l’ittico e la carne.

Sicuramente il fresco è il reparto tra i più delicati ma rimane il driver importante per sviluppare new business, dove la difficoltà maggiore è quella di avere un prodotto stabile nella qualità e con un prezzo che segue le stagioni e, naturalmente, la difficoltà di un rapporto scientifico tra qualità del prodotto e prezzo del prodotto.

Com’è strutturato il portale dell’Osservatorio Freschissimi?

Primo posto per le “news” dove si potranno trovare redazionali da parte dello staff di #OF ma anche i migliori articoli presenti sul web e sui social; sotto la voce “download” sarà possibile scaricare ricerche, dati, infografiche; spazio al mondo dei social in primis con un Gruppo di lavoro dedicato solo ai Freschissimi su Linkedin, poi il canale su YouTube ma anche Facebook, Twitter e Instagram attraverso i profili di tutti i protagonisti del progetto.

Il portale nasce dalla collaborazione delle aziende Future Mark srl (dal 1989 professionisti della distribuzione moderna e al servizio delle aziende di produzione), Sata (azienda di consulenza e analisi), Eurofishmarket (azienda di consulenza, ricerca, formazione ed informazione specializzata nel settore ittico) e Consorzio Italia Zootecnica (Associazione Produttori Carne Bovine).

Primo gruppo della Gdo a farne parte è Vé.gé.

Ormai è risaputo: con la riscoperta dei freschissimi il ruolo del negozio fisico si rinnova per dare una nuova e distintiva veste all’identità dell’insegna.

E, quindi “#OF osservatorio freschissimi… ne vedremo delle belle… o meglio… ne vedremo delle fresche” conclude Santambrogio.


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *