Entreranno in vigore il prossimo 18 ottobre e avranno ripercussioni sulla produzione italiana di cibo di eccellenza. Sono i dazi doganali per 7,5 miliardi di dollari che l’amministrazione Trump, dopo il via libera della WTO, applicherà a prodotti importati dall’Unione Europea come compensazione per gli aiuti di Stato concessi da Bruxelles al consorzio Airbus.

Nella black list di prodotti con una tariffa maggiorata del 25% in più, ci sarebbero, tra gli altri, Pecorino Romano, Provolone e prosciutto, ma soprattutto Parmigiano Reggiano, Grana Padano, che arriverebbero a subire rincari fra i 40 e i 45 dollari al Kg.

Facile prevedere i danni per il settore caseario, se si pensa che il valore delle esportazioni di Parmigiano Reggiano e Grana Padano (Fonte: Coldiretti) hanno toccato il valore di 150 milioni di Euro nel 2018 e il Pecorino Romano i 65 milioni con trend di crescita rispettivamente del 29% e del 26% nel primo semestre del 2019

Non sono previsti dazi su olio extravergine d’oliva, conserve di pomodoro e vino.

Categories: NEWS

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *