Osservatorio Freschissimi sta dando conto puntualmente delle iniziative che vengono adottate in tutto il mondo per ridurre gli imballaggi di plastica dei prodotti agrolimentari presenti nei banchi del fresco della GDO e rendere sempre più ecosostenibile il nostro modo di fare la spesa.

Questa volta l’attenzione si sposta sul nostro Paese e, in particolare, su un contest promosso dal Consorzio Rilegno per dare un futuro a un contenitore ecologico ed ecosostenibile…per natura: la cassetta di legno.

Il Consorzio Rilegno ha lanciato un concorso dedicato a studenti e professionisti del design e dell’architettura, che ha come oggetto “la selezione di idee che prevedano l’uso e il riuso del legno e ne valorizzino le potenzialità per realizzare oggetti sostenibili e riproducibili su scala industriale” e come obiettivo la progettazione di un nuovo contenitore in legno per prodotti biologici

Secondo studi condotti dallo stesso Consorzio Rilegno e da Assoimballaggi, la vecchia, cara cassetta di legno, oggetto semplice e umile ha il più basso impatto ambientale in materia di emissioni emissivo (gas ad effetto serra, eutrofizzazione, acidificazione, rilascio di smog fotochimico) ed ecotossicità.

Il rilancio della cassetta di legno, inoltre, stimolerebbe a monte la pioppicultura, a tutto vantaggio della bellezza del paesaggio, e a fine vita il riciclo della materia prima.

Il bando è stato aperto il 6 novembre scorso. Per presentare le idee c’è tempo fino al 2 marzo 2020. I vincitori, oltre a un premio in denaro di 10.000 Euro, avranno l’onore di una kermesse alla prossima Milano Design Week, dal 21 al 26 aprile 2020.

 

Fonte: https://contest.rilegno.org

Categories: NEWS

0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *