Partirà il prossimo giugno un corso di formazione per il gruppo“La Doria Spa”, a cura dell’Associazione Italiana Nutrizionisti In Cucina.

 

Cosa avranno in comune un gruppo di nutrizionisti e lo staff di un’azienda affermata a livello internazionale?

 

La prima challenge è individuare insieme nuove strategie produttive per rispettare le caratteristiche nutrizionali degli alimenti e fornire ai consumatori alimenti sempre più nutrienti e sostenibili.

 

Il gusto della qualità, la felicità del cliente ed il rispetto per l’ambiente sono i punti nevralgici di incontro di queste due importanti realtà.

 

Un corso di formazione dunque, come studio scientifico e didattico degli alimenti ed occasione di incontro e dialogo tra gli addetti ai lavori.

 

Da dove nasce l’esigenza aziendale di un corso basato sulla nutrizione in cucina, lo abbiamo chiesto direttamente a Stefano Grieco, Quality & Product Development Director la Doria SPA.

 

L’approccio con il dott. Grieco è stato sin dalle primissime battute, di estrema sincerità intellettuale, chiedendogli proprio, cosa avesse spinto il suo gruppo aziendale a ritornare dietro i “banchi di scuola”

 

Grieco non ha avuto dubbi nel condividere quella che è stata un’urgenza aziendale, mirata ad una formazione scientifica e didattica sull’alimentazione, per rispondere alle nuove istanze della clientela, ma soprattutto per dare un seguito alla lungimiranza non di una mera azienda, ma di una grande famiglia, pronta ad investire per il benessere altrui.

 

Un connubio nato da un bisogno di sapere, per coniugare coscienza alimentare con un virtuoso processo industriale, e che potesse fornire le chiavi di lettura di una quarta dimensione che è rappresentata proprio dal “benessere del gusto”.

 

“L’idea di un percorso suddiviso in diverse sessioni – spiega Grieco – è nata proprio dal desiderio di fornire ai nostri collaboratori, pillole di scienza nutritiva, ponendoli nella condizione di poter affrontare le nuove sfide non del mercato ma dell’innovazione alimentare.

 

La nostra richiesta infatti non voleva essere risolutiva da un punto di vista di marketing aziendale, ma di una crescita professionale e dunque, di una capacità nel sostituire per esempio, gli zuccheri raffinati con altri alimenti salutari, senza rinunciare alla dolcezza. Il mondo dei vegani e vegetariani, ma in generale l’alimentazione, guarda al futuro non in termini di innovazione ma di bilanciamento, sostituendo l’aggettivo buono con “più salutistico” che rimanda naturalmente, alla categoria della bontà di gusto.

 

È dunque importante che tutti i dipendenti di La Doria, conoscano da un punto di vista molecolare come è caratterizzato un alimento e dunque, come arrivare alla produzione di un prodotto”.

 

Il dottor Grieco non ha lasciato troppo spazio alle esitazioni ed anche di fronte alla domanda, “ma chi ve lo ha fatto fare”, ha risposto:

 

“L’incontro con il mondo dei nutrizionisti per noi, sarà un primo importante tassello per innescare una rivoluzione aziendale che passerà da sacrifici ed investimenti economici importanti, ma non poteva non essere diversamente”.

 

Un percorso importante che punterà anche, ad essere da traino ed intermediari tra i clienti e la realtà dei supermercati.

 

Una nuova avventura per l’associazione dei Nutrizionisti in Cucina che dovrà tracciare uno stimolante percorso ed accompagnare lungo il tragitto, con la ricchezza della conoscenza, importanti aziende come appunto La Doria.

 

Impariamo ad addolcire con meno zucchero, perché in fondo, con un’aria devota e un’azione pia inzuccheriamo lo stesso diavolo (William Shakespeare)

 

Intervista di Luisa Vaccaro


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *